La piroga di Lurgan del National Museum of Ireland, Dublino


La piroga di Lurgan è stata scoperta nel 1901 presso la palude di Lurgan (Contea di Galway) da Patrick Coen, il proprietario del fondo. E’ ricavata da un gigantesco tronco di quercia, lungo oltre 14 m e largo 1 m. E’ datata all’antica età del bronzo. Si trova esposta nel National Museum of Ireland, a Dublino.

Addergoole dug-out canoe, Lurgan, Co. Galway
La piroga di Lurgan, Co. Galway, immagine tratta dal sito Irish Archaeology.

Il trasporto della piroga dal luogo del rinvenimento è stato alquanto difficoltoso, date le dimensioni del reperto. Avendo intuito l’importanza del reperto, il parroco di Addergoole (Milltown), per il quale stava lavorando Coen, informò la Royal Irish Academy che acquistò la piroga dal proprietario per la somma di 25 sterline.

Inizialmente è stata trasportata alla stazione ferroviaria di Milltown e da qui a Tuam, dove è rimasta 4 giorni attirando la curiosità di moltissimi abitanti, i quali non si sono fatti scrupolo di asportare anche qualche scaglia della piroga come souvenir! Una volta arrivata a Dublino, è stata poggiata su dei carrelli provvisti di ruote e, tramite un traino di cavalli, portata fino all’ingresso del museo.

Lurgan-canoe
La piroga di Lugan davanti all’ingresso del National Museum of Ireland. Immagine tratta da Irish Archaeology

La barca presentava all’interno un certo numero di piccoli fori che si suppone servissero ad agganciare una seconda canoa per formare una sorta di antico catamarano, o forse un bilanciere per dare stabilità all’imbarcazione, sul tipo delle canoe polinesiane.

In ambito irlandese la piroga non è l’unica: di recente sono stati rinvenuti altri due esemplari dell’età del bronzo, sempre in queste zone. Una è una piroga frammentaria scoperta nella Contea di Mayo, l’altra una piroga intera rinvenuta ad Annaghkeen, sempre nela Contea di Galway.

canoa irlandese
La piroga esposta all’interno del Museo Nazionale d’Irlanda, a Dublino. Foto tratta da Milltown Heritage Group, proprietà di Irish Archaeology.

Gli studiosi ritengono che l’imbarcazione non sia stata utilizzata solo per la pesca. Le dimensioni esagerate farebbero pensare ad un uso rituale oppure, come è stato riscontrato per esempio presso alcune popolazioni della Nuova Zelanda, ad un uso bellico. Potrebbe anche essere stata utilizzata per i commerci, soprattutto se si accetta l’ipotesi della forma a “catamarano”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...