Musica e folclore al MNAI: il tamburello salentino


Si può dire che finora il folklore sia stato studiato prevalentemente come elemento “pittoresco” (…), occorrerebbe studiarlo invece come “concezione del mondo e della vita”, implicita in grande misura, di determinati strati (determinati nel tempo e nello spazio) della società, in contrapposizione (anch’essa per lo più implicita, meccanica, oggettiva) con le concezioni “ufficiali” del mondo.

Antonio Gramsci

Il Museo della Navigazione nelle Acque Interne, ampliando gli scopi e i ruoli del museo in funzione di pratiche sociali che, attraverso l’arte, la storia, la musica e altre attività sensoriali, favoriscano l’aggregazione e l’arricchimento culturale della comunità, accoglie un nuovo progetto di cultura musicale folclorica, iniziando una collaborazione con il Dr. Raffaele Donno, esperto di musica e tradizioni locali salentine, anche applicate a programmi di inclusione sociale e di recupero del benessere corporeo.

Léopold Robert, Jeune fille de Sorrente, 1824
Léopold Robert, Jeune fille de Sorrente, 1824

Giovedì 6 e venerdì 7 dic. p.v., alle ore 17:30, si svolgeranno due incontri preliminari di preparazione al Laboratorio di tamburello che, nell’arco di 10/12 incontri settimanali, a partire da gennaio 2018, consentirà di apprendere le tecniche nel suonare il tamburello o, in dialetto salentino, il tamburieddhru.

Il docente, Dr. Raffaele Donno, è nato a Corigliano d’Otranto (Lecce), ma risiede da molti anni a Viterbo ed è coniugato con una capodimontana. E’ laureato presso la Pontificia Studiorum Universitas Salesiana, in Scienze dell’Educazione (Educatore sociale e professionale), con votazione “Summa cum laude” con una Tesi sperimentale su “La musica e il ballo della pizzica: strumenti di contrasto al disagio”.

Dal 2014 è iscritto all’ANEP (Associazione Nazionale Educatori Professionali). Da dicembre 2015 è presidente dell’Associazione culturale Archeotuscia Onlus e dal 2002 al 2015 già presidente dell’Associazione culturale viterbese “La Ginestra” (letteratura, poesia, saggistica e arte).

Autore di libri di narrativa delle tradizioni locali salentine, “Il Codice dei Trulli”, “Vivere”, “I Tarantati”, “Le Spose del Diavolo”, “Il Canto delle Cuccuvasce”, è ideatore, promotore e performer di eventi culturali e musicali. Di prossima pubblicazione, con la Casa Editrice Serena di Viterbo, il saggio “La Taranta pizzica e cura” (Il ritmo del cuore nel tamburello), approfondimento scientifico di musico-terapia attraverso la pizzica salentina.

Autodidatta, ha perfezionato nel tempo, le metodologie e le diverse tecniche nel suonare il tamburello, sia con componenti di Gruppi musicali salentini “Argalio” ed “Olimmia” che frequentando, dal 2009 al 2011, seminari di tamburello presso l’Istituto musicale “G. Carissimi” di Viterbo, con il M° salentino Antonio Goduto, esibendosi in diverse Manifestazioni ed Eventi. E’ stato corista/basso nel Coro integrato “Schola Incantorum” di Viterbo, dal 2010 al 2014, ed è interprete di brani popolari salentini e non solo.

E’ ideatore, coordinatore e performer della Manifestazione artistica-musicale, “Art Festival “La taranta contaminata” (Canti e musiche nazionali ed estere, contaminate con la musica della pizzica) che dal 2014 si tiene in diversi Comuni del Salento.

Il Corso che si svolgerà presso il MNAI, in giorni e orari da concordare con i partecipanti, è gratuito. Il costo di un tamburello artigianale salentino che sarà utilizzato durante il corso è di circa 50 Euro.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare  l’insegnante Raffale Donno al nr. 328.8417497 o la Direzione del Museo al 0761.872437.

Laboratorio di tamburello
Locandina dell’iniziativa
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...