Il Master per Narratori di comunità fa tappa al Museo della Navigazione nelle Acque Interne


46845397_539871386487371_8865092320358301696_n
Un momento della visita al Museo dei partecipanti al Master per Narratori di Comunità

Sabato 24 novembre il MNAI ha accolto una lezione del master DIBAF-UNITUS per “Narratori di comunità”, “rivolto alla formazione di figure professionali altamente specializzate, con competenze multidisciplinari che consentano di conoscere, capire e interpretare nel modo più corretto e consapevole il valore, la storia e gli elementi fondatori delle strutture culturali dei territori e promuovere un’efficace strategia di valorizzazione” (dal bando del Master).

Il metodo che gli ideatori del master intendono trasmettere è assolutamente innovativo rispetto alla formazione classica dei professionisti che operano nell’ambito della promozione turistica locale; non ci si limita, infatti, a fornire dettagli storici, cronologici e geografici su un contesto, ma si svolge prima un’accurata ricerca etno-antropologica capillare, raccogliendo testimonianze orali e documentazioni di vario tipo sulle ricchezze culturali più nascoste, riferite al patrimonio sia materiale che immateriale, riferito in particolare alle tradizioni contadine e artigianali. Poi si passa alla fase della narrazione, cioè alla forma più antica di conservazione della memoria storica che ancora oggi, in alcuni casi, ci consente di avere notizia di tradizioni e consuetudini ormai scomparse.

L’idea del Master nasce dalla Banda del Racconto, un progetto ideato da Antonello Ricci, di cui fanno parte anche Marco D’Aureli, Pietro Benedetti, Daniele Camilli, Alfonso Prota e Davide Ghaleb.

Sabato scorso gli studenti del master hanno prima visitato il museo con la guida del direttore scientifico, Caterina Pisu, poi hanno svolto la loro lezione presso l’aula didattica del museo, iniziando con una serie di domande rivolte al direttore, e con il commento finale di Antonello Ricci. L’occasione ha permesso a chi non conosceva il museo e le tematiche su cui è incentrato, di apprendere quanto il patrimonio navale tradizionale delle acque interne abbia ancora da raccontare non solo in termini di studio delle imbarcazioni e delle tecniche artigianali ad esse associate, ma anche di tradizioni locali, lessico e consuetudini arcaiche ormai quasi del tutto scomparse, profondamente connesse con l’elemento “acqua”.

La lezione è terminata con il dono, a ciascun partecipante, di una pubblicazione del museo.

Per ulteriori informazioni: http://www.ghaleb.it/narratori_comunita.html.

Annunci

2 risposte a "Il Master per Narratori di comunità fa tappa al Museo della Navigazione nelle Acque Interne"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...