Capodimonte


Il Museo della Navigazione nelle Acque Interne (MNAI) è situato a Capodimonte, pittoresca cittadina della provincia di Viterbo che si affaccia sul Lago di Bolsena. Dista dal capoluogo circa 25 km.

Dal punto di vista paesaggistico, la zona presenta scorci di rara bellezza grazie alla sua posizione protesa sul lago, su una piccola penisola. Questi luoghi furono abitati fin dalla preistoria, come attestano i molti importati rinvenimenti sia nel territorio sia sotto le acque del lago. In epoca etrusca qui sorgeva la famosa Bisenzio, di cui Capodimonte è l’erede.

Dopo la sua distruzione, avvenuta nel 280 a. C., rinacque come municipio romano con il nome di Visentium. Intorno alla metà dell’VIII sec. d. C. fu nuovamente distrutta, questa volta dai Longobardi. La popolazione in fuga giunse sul promontorio dove ora sorge la moderna Capodimonte e così nacque il primo nucleo dell’attuale cittadina. Nel 1269 passò sotto il patrimonio della chiesa per volere di Bonifacio VIII e quindi fu centro del ducato farnesiano nella Tuscia. I Farnese fecero edificare un imponente castello a pianta ottagonale, progettato da Antonio da Sangallo il Giovane, costruito su un precedente antico castello.

Anche la Chiesa di San Rocco è opera dei Farnese: fu voluta da Ranuccio III Farnese e fu poi fatta rimaneggiare dal card. Alessandro Juniore su disegno del Vignola.

Notevole anche il patrimonio artistico oltre che naturalistico dell’Isola Bisentina: si possono ammirare il magnifico il giardino all’italiana e la grande Chiesa rinascimentale dei Ss. Giacomo e Cristoforo, fatta costruire da Ranuccio Farnese e nel 1586 donata ai frati Minori. Ha subito spoliazioni da parte delle armate di Napoleone.
L’Isola accoglie le sepolture di alcuni esponenti della famiglia Farnese.

L’economia della cittadina è ora legata prevalentemente al turismo ma sono ancora sentite le tradizioni legate alla pesca. La seconda settimana di agosto si svolge la Sagra del coregone con degustazioni all’aperto e varie iniziative.

Capodimonte dispone di un attrezzato porto turistico e di un lungolago che durante la stagione estiva richiama numerosi bagnanti e turisti anche dall’estero.

Un’attrazione turistica, durante il periodo natalizio, è il presepio sommerso realizzato nel 1992 dall’artista Catia Cutigni e che si può ammirare dal Belvedere presso i “Giardinetti”.

Ancora nel periodo natalizio avviene l’accensione della stella cometa  del presepio, composta di 32.000 luci e posta sotto le acque del lago ad una profondità di 1,50 m. Il progetto è stato realizzato dall’Associazione Amici del Presepe Subacqueo.

Per alcuni anni, dal 1996 al 2001, la terza domenica di giugno si svolgeva un’importante rievocazione storica, il Palio del Lago di Bolsena, una tradizione molto antica di Capodimonte, risalente almeno al XV secolo e che dopo moltissimi anni di sospensione era stata riportata in auge. Alla gara prendevano parte i comuni del comprensorio, cioè San Lorenzo Nuovo, Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta e Montefiascone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...